Come promesso torno ad aggiornarvi, parlando della mia esperienza con gli allineatori Smilepharm. Se vi siete persi il primo post, cliccate qui per consultarlo. Sono ormai giunta al terzo mese di trattamento, ancora presto per dare indicazioni più specifiche, comunque sia un tempo sufficientemente lungo per potervi fornire qualche dettaglio in più.

Passiamo alla domanda principale: ho notato cambiamenti? Pochi, impercettibili. Ma si! Fidanzato e amiche più vicine dicono di notare lo spostamento, personalmente fatico a vederlo ma sento che c’è. Innanzitutto perché quando chiudo la bocca i denti appoggiano in maniera diversa, ciò significa che si sono spostati modificando la chiusura. E’ inoltre leggermente variato il sorriso: con l’arcata superiore meno sporgente, il labbro copre maggiormente la dentatura, ovvero quando sorrido resta più spesso e carnoso senza assottigliarsi risultando più piccolo.

Smilepharm riferisce che i primi significativi cambiamenti saranno visibili alla quinta mascherina. Attenderò con impazienza e condividerò con voi i risultati!

La mia esperienza con gli allineatori Smilepharm

Con il cambio mascherine non ho riscontrato particolari problemi, se non quelli comuni. Passare all’allineatore successivo è doloroso, il primo giorno i denti fanno alquanto male e mangiare cibi solidi mi risulta difficile. Ciò che trovo più faticoso è il cambio, la sensazione di staccarsi letteralmente i denti è terribile! Ma passa nell’arco di due giorni, dopodiché tutto è in discesa. Tra l’altro ho da poco ricevuto una bella notizia da Smilepharm, dovrò portare l’allineatore superiore per altri 19 mesi come previsto, mentre quello inferiore per soli 9 e poi avrò terminato!

Togliere l’apparecchio ad ogni pasto è diventata un’abitudine, rimuovere le mascherine è automatico. Spazzolino e dentifricio sono ormai di routine nella mia borsetta! Le persone che incontro continuano a non notare la presenza di Smilepharm, il fastidio nell’indossarlo è sopportabile. Per quanto mi riguarda i momenti più difficoltosi  sono i primi 2 giorni al cambio mascherine e gli ultimi 3/4 prima della sostituzione, quando i denti ormai spostati fanno “traballare” gli allineatori.

Nel caso in cui non lo avessi già fatto, consiglio di cambiare gli allineatori la notte prima di dormire, così nel sonno non sentirete dolore e vi sveglierete con i denti già un pochino assestati. Evitate di indossare lo smalto sulle unghie per i primi giorni, lo scheggereste nell’estrarre gli allineatori. Cercate di toglierli il meno possibile per circa 48 ore, poiché sarà un pochino doloroso; organizzatevi con frappè e cibi morbidi.

La manutenzione delle mascherine è semplicissima, personalmente le lavo con sapone di Marsiglia e spazzolino 2 volte al giorno. Non ho riscontrato alcun problema, a fine mese continuano ad essere trasparenti, come nuove (nonostante qualche Coca Cola in più).

Indosso Smilepharm per circa 21/22 ore al giorno, nel weekend sgarro un po’ di più, arrivando a 19/20. Essere costante si sta rivelando più facile del previsto.

La seconda mascherina mi è sembrata molto più comoda rispetto alla prima, l’ho trovata meglio tagliata e più aderente ai denti. Indosso la terza da poco, sono ancora nella fase: “Ahia che male”, anche con questa non noto tuttavia fastidi alla lingua.

Tutto procede perfettamente anche per quanto riguarda i pagamenti, sono alla mia quarta rata, ancora 3 e avrò terminato.

Scongiurando eventuali problemi, rivedrò il dentista tra 4 mesi.

A presto con ulteriori aggiornamenti sugli allineatori Smilepharm!

Patrizia

0 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *