Crea sito

salute

Magnesio: il minerale delle donne

| da | Varie ed Eventuali Pink!

Il magnesio è un valido aiuto per contrastare la sindrome premestruale, ha la virtù di migliorare la concentrazione e la memoria.

Aiuta infatti l’organismo femminile nelle fasi di rivolta ormonale, di recente sono state scoperte le altre importanti proprietà benefiche del minerale, utili sia alla donna che all’uomo.

Una quantità adeguata di magnesio assicura una buona conduzione degli stimoli neurocerebrali, assicurando la perfetta funzionalità del sistema muscolare.

La mancanza di questo minerale provoca nella sindrome premestruale (circa 10 giorni prima del flusso) tensione e dolore al seno, mal di testa, dolori addominali, insonnia, nervosismo e ansia.

Studi scientifici hanno dimostrato che ben 4 donne su 10 soffrono di tali disturbi. Ciò, molto probabilmente, è imputabile alla scarsa presenza di magnesio nell’organismo.

Il minerale è direttamente coinvolto nella produzione della serotonina e di altri neurotrasmettitori col compito di mantenere stabile il buonumore. E’ inoltre legato alla capacità di mantenimento dei liquidi nei tessuti, poco magnesio fa aumentare il sodio, responsabile della ritenzione idrica.

La carenza di magnesio provoca spossatezza, disturbi a cuore e circolazione, diminuzione dell’energia. E’ un oligomielemento capace di fa far lavorare gli enzimi necessari alla metabolizzazione di grassi e carboidrati.

Non farsi mancare il magnesio è molto importante, soprattutto in menopausa, quando ansia o disturbi del sonno e della concentrazione, sono in forte ascesa. Combatte l’ipertensione e previene l’osteoporosi.

Questo minerale viene velocemente perso dall’organismo tramite la sudorazione. Ecco spiegato il motivo per cui, col caldo, è più facile sentirsi stanchi e deboli. E’ contenuto in alimenti come i cereali integrali, i legumi, la frutta secca, fresca o cruda. Troviamo buone quantità di magnesio anche nelle spezie, nelle erbe aromatiche e… per la gioia di tutte… nel cioccolato!

By Patrizia


Commenti disabilitati su Magnesio: il minerale delle donne

Le virtù dell’aceto di mele

| da | Consigli di bellezza Pink!

L’aceto di mele potrebbe sembrare, a prima vista, il solito “rimedio della nonna”. In realtà, siamo davvero di fronte ad un insospettabile concentrato di qualità! Due cucchiai di questo “elisir” al giorno portano al nostro organismo potassio (regola il metabolismo e il ricambio cellulare), calcio (previene l’osteoporosi e mantiene in forma l’apparato scheletrico), sodio, magnesio, zolfo, microelementi e vitamine.

Ecco, dalla A alla Z, tutti i trucchi per sfruttare al meglio l’aceto di mele!

Asparagi: mantienili freschi avvolgendoli in un panno imbevuto di acqua e aceto!
Bocca: usa l’aceto come risciacquo per la bocca, previene carie, tartaro proliferazioni batteriche e infiammazioni.
Capelli: massaggiali con aceto di mele puro, pettinati e lascia asciugare. Li renderai lucidi, luminosi e forti!
Dolori: un cucchiaio e mezzo ogni mattina diluito in un bicchiere d’acqua rende meno rigide le articolazioni.
Eccessi: un cucchiaio di aceto di mele ogni giorno neutralizza problemi digestivi e abitudini alimentari sbagliate.
Fritture: spruzzane un po’ sul fritto ed eliminerai il problema dell’olio che schizza e del cibo che assorbe troppo grasso.
Gola: combatti l’affaticamento delle corde vocali effettuando gargarismi con un cucchiaio di aceto diluito in un bicchiere d’acqua bollente. Ripeti ogni ora.
H2O: aggiungi un goccio d’aceto quando lavi frutta e verdura. E’ un ottimo disinfettante!
Influenza: curati immergendo un foglio di carta da pacchi in aceto di mele, spolveralo di pepe e poggialo sulla pelle in modo che la parte “pepata” sia a contatto con l’epidermide. Attendi venti minuti prima di levarlo.
Lavandino: riempilo di aceto diluito con acqua per qualche ora, toglierà gli intasamenti del filtro!

Mani: togli secchezza e screpolature stendendo un mix di olio di oliva e aceto di mele!
Nascite: assumi ogni giorno aceto, stimolerai il metabolismo favorendo la crescita della placenta. Mischiato con il miele, prima della colazione,  allevierà le nausee mattutine.
Occhi: sei stata troppo a lungo davanti allo schermo del computer o della tv? Prendi due batuffoli di cotone imbevuti d’aceto di mele. Sentirai sollievo immediato.
Pelle: usa l’aceto per avere un colorito più roseo e per migliorare lo stato del pH, frizionati il viso quotidianamente. Rigenerati con un bagno arricchito di un quarto di lito di aceto, migliorerai la circolazione del sangue e sarai più tonica!

Quintali… due cucchiaini di aceto di mele la mattina a digiuno ti farà “passare” la voglia di dolci! Attenzione! Non dimagrirai… ridurrai solo l’appetito!
Ruggine: togli macchie di ruggine e calcare dal tuo ferro da stiro pulendolo con aceto!
Singhiozzo: un paio di gocce su un cucchiaino di zucchero… lo faranno passare!
Testa: massaggia tempie e fronte con l’aceto, sarà utile contro i primi sintomi di mal di testa.
Uova: prova ad aggiungere aceto di mele all’acqua di bollitura delle tue uova, eviterai che il guscio si rompa!
Viaggi: tieni a portata di mano una bottiglia durante i tuoi viaggi nelle località tropicali, curerai eventuali infezioni intestinali assumendone un cucchiaino ogni due-tre giorni.
Zanzare: più api, vespe e formiche… diminuisci dolore e gonfiori causati dai morsi d’insetto disinfettando con l’aceto di mele puro.

by Patrizia


Commenti disabilitati su Le virtù dell’aceto di mele

Benefici della Pet Therapy

| da | Varie ed Eventuali Pink!

Grazie al decreto legislativo approvato il 6 febbraio scorso 2010, è stata finalmente riconosciuta la cosiddetta Pet Therapy, all’interno del Servizio Sanitario Nazionale.

Il decreto non rappresenta solo il riconoscimento dell’effettivo valore terapeutico dell’animale, (peraltro già noto da tempo e utilizzato all’interno di programmi ben definiti) ma abbatte anche numerosi pregiudizi e malfidenze, che impedivano l’accesso degli animali in ospedali, istituti e case di riposo.

La ‘Pet Therapy’ nasce nel 1953 in America, grazie allo psichiatra Boris Levinson. Lavorando con un bambino autistico, si rese infatti conto che il suo cane gli offriva la possibilità di esprimere le proprie sensazioni interne. Rappresentava un’occasione di scambio affettivo e rendeva più piacevole le sedute. Nel 1961 coniò il termine ‘Pet Therapy’, in italiano definito come Terapie Assistite dall’Animale (TAA).

L’espressione Pet Therapy viene ormai utilizzata per indicare più che altro i programmi di addestramento animale. La Terapia Assistita dall’Animale è una pratica con obiettivi specifici predefiniti, in cui un animale, che risponde a determinate caratteristiche, è parte integrante della cura. La TAA è eseguita da un professionista con esperienza specifica nel settore.

Esistono poi le Attività Assistite dall’Animale (AAA), ovvero interventi di tipo educativo, ricreativo e terapeutico, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita.

La TAA combatte e aiuta a curare diverse patologie, tra cui: difficoltà relazionali, stati di confusione permanenti, sindrome di Down, sclerosi multipla, morbo dii Parkinson, problemi di vista e/o udito ecc.

by Patrizia

Commenti disabilitati su Benefici della Pet Therapy

Inquinamento e sbalzi di temperatura… attenzione!

| da | Varie ed Eventuali Pink!

inquinamento_atmosferico_inquinamento_aria_1Inquinamento – Mai capitato di cominciare a tossire a raffica mentre parlate passeggiando spensieratamente con le vostre amiche in giro per la città?

Non vi stupite, escludendo eventuali infezioni alle vie aeree, in tutta probabilità la colpa può essere attribuita alla presenza di polveri sottili e varie impurità nell’aria.

L’inquinamento può provocare un’antipatica tosse secca e persistente, ridere e parlare accentua il problema. Gli sbalzi climatici dell’epoca moderna mettono a dura prova il nostro sistema immunitario, siamo così più esposti a rischi di raffreddori, mal di gola e tosse… non solo in autunno, come accadeva anni fa, ma durante tutto l’anno.

Le saune funzionano splendidamente contro i malesseri da smog e clima. L’organismo, stimolando i processi di termoregolazione, si abitua meglio ad affrontare brusche variazioni di temperatura. Anche le vie di respirazione ne traggono benefici; bronchiti, sinusiti e raffreddori se ne staranno alla larga!

E’ bene limitare le saune a due alla settimana, per non più di cinque/dieci minuti per volta. Abusarne causa disidratazione. In sauna aumenta la frequenza respiratoria, i bronchi e le vie respiratorie si rilassano distendendosi, le mucose si riscaldano e migliora l’ossigenazione dei tessuti.

Per scongiurare malanni ricordatevi inoltre di respirare nel traffico inalando sempre dal naso, tenete il più possibile chiusa la bocca. L’ottanta per cento di particelle inquinanti verrà così bloccato e filtrato dalle mucose nasali.

Aiutatevi con piante immunostimolanti: trenta gocce di tintura madre di Echinacea prima di colazione con cinquanta gocce di macerato glicerico di Rubus Fructicosus, da usare per due o tre mesi.

by Patrizia

Commenti disabilitati su Inquinamento e sbalzi di temperatura… attenzione!

Cos’è la Cromoterapia?

| da | Varie ed Eventuali Pink!

cromoterapia

Trarre benefici dai colori. Questo è ciò che la cromoterapia promette di fare, agisce sul corpo e sulla sfera emozionale servendosi dei sette punti chakra.

La mente umana associa inconsciamente specifici stati d’animo ai colori, per questo motivo usiamo spesso dire: “sono di umore nero”, come, del resto, proviamo energia e calore pensando alle tonalità del rosso.

Nell’antichità, egizi e greci, si servivano di pietre e di oli colorati per dipingere le pareti delle stanze dei propri malati, in Cina venivano utilizzati indumenti di tinte specifiche pensate per guarire molteplici categorie di problemi. L’India associa, tutt’ora, i colori ai sette chakra del corpo, applicando la medicina ayurvedica.

Oggi la cromoterapia è classificata come cura alternativa, utilizzata, soprattutto, per combattere gli stati psicologici negativi. I sostenitori di questa medicina assicurano benefici anche a livello fisico: rafforzamento delle difese immunitarie, regolarizzazione del metabolismo, distruzione dei batteri.

Curarsi con la cromoterapia è abbastanza semplice; basta individuare il colore adatto al proprio problema… per poi assorbirlo! Come? Indossando abiti, arredando casa o anche semplicemente mangiando cibi della tinta scelta! Anche la visualizzazione funziona perfettamente,  esistono in commercio apparecchiature specifiche in grado di proiettare luci colorate nell’ambiente o nell’acqua. La cromoterapia si basa sull’utilizzazione di di 7 tinte:

BIANCO purezza, spiritualità

GIALLO controllo, carriera, potere

INDACO meditazione, intuizione

BLU calma, serenità, tranquillità

VERDE fertilità, equilibrio, guarigione

ARANCIO energia, allegria, creatività

ROSSO passione, istinto, sessualità, sicurezza

Usare correttamente i colori aiuterebbe l’uomo a vivere meglio, rafforzando la salute! Esistono diversi studi legati alla cromoterapia come, per esempio, la cromoestetica, scienza che si occupa di valorizzare l’immagine esteriore, mimetizzando eventuali difetti ed inestetismi dell’individuo.

by Patrizia


Commenti disabilitati su Cos’è la Cromoterapia?
Translate »